Archivio categoria: Uncategorized

Ci sono vie che è come se ti mettessero le ali

di Marco Toldo Ci sono vie che è come se ti mettessero le ali… Vie che sali e neanche te ne accorgi, che arrivi al tanto atteso posto da bivacco e ti chiedi… Continua a leggere

Cengalo, il gigante ferito

La gente guarda sempre in alto, verso le Sciore, il Cengalo, il Badile, graniti che scintillano contro il sole di mezzogiorno ma è in fondo alla Bondasca che tutte quelle pietre arrivano, prima… Continua a leggere

Arrampicare nella Città del VatiCAIano

Originally posted on Alpine Sketches:
Claudio M. Cremona Arrampicare nella Città del VatiCAIano Dove le vie del Signore sono infinite, dove è vietato calpestare i preti e dove lo Spirito è forte ma…

No te pol sbaiàr

  alla Liquoria Garibaldi consultiamo Stefano Santomaso agordino che, ambiguo e doppio come la sibilla, con magnifica sintesi ci dice quasi nient’altro che: “no te pol sbaiàr”   di Luca Vallata C’è un… Continua a leggere

HasseBrandel

C’è una foto in un libro di Gobetti dove Max De Michela arrampica un muro a secco. La cosa ci interessa per il fatto che il suo soprannome era proprio Hassebrandel, così, tutto… Continua a leggere

Una giornata nello Sichuan Tibetano

di Luca Vallata E’ mezzanotte e mezza, siamo in tenda al campo base e c’è il terremoto. Io non sono un esperto di terremoti, ma quello che ci sveglia una volta, e poi… Continua a leggere

Stefano Lovison, “ritrattista” di vette alpine

Di primo acchito, ammirando gli Alpine Sketches di Stefano Lovison, verrebbe da dire: «beh, dei bellissimi paesaggi di montagne!» Vero. Anzi, no. O meglio: di più, c’è molto di più, ma con meno.…

Corridoi di vernice

di Buzz Trovo che il proliferare dei segni di vernice in montagna sia non solo un obbrobrio per la vista, ma nel feticcio della sicurezza, anche qualcosa che porta a dimenticare la necessità,… Continua a leggere

Perdersi, senza perdersi

di Silvia Benetollo Dopo cena la stanchezza comincia a farsi sentire. Fuori il silenzio è incrinato solo da un vento leggero che fa fare “tin tin” al gancio della bandiera del Parco. Ci… Continua a leggere

Ardimenti e piccole sciagure di un pittore di montagne

  Vi dirò una cosa sui miei quadri di montagna. Ci metto veramente poco a farli. E non perché abbia particolare talento nel dipingere ma per un entusiasmo furibondo per cui voglio vedere la… Continua a leggere

Le mie mani

di Roberto Jann Hill Iannilli   “Ma lei che mestiere fa?” mi dice il chirurgo della mano che sta osservando le radiografie della mia destra. “L’architetto!” rispondo intuendo dove vuole andare a parare.… Continua a leggere

Ossola Bella e Buona

“Ossola Bella e Buona”, il nuovo libro di Alberto Paleari e Livia Olivelli, non è una semplice guida di escursioni: è un viaggio a piedi alla scoperta di un territorio montano. E’ il… Continua a leggere

Sentieri d’amore? No, grazie

di Claudia Bollati La folgorazione l’ho avuta da un pezzo, saranno passati vent’anni: me l’ha data Camoscetto. Persa l’ultima funivia possibile per calare dalla Rosetta, con mezze Pale che ci accompagnavano giù verso… Continua a leggere

Donnafugata

Donnafugata non è solo quel luogo misterioso che è la dimora estiva di Don Fabrizio Salina nel Gattopardo. E’ anche  una via grandiosa di roccia che ripercorre le tracce dei più grandi alpinisti in una parete storica. C’è… Continua a leggere

Io e la montagna: sette fotografi si raccontano

di Andrea Gasparotto   “Valli e vette nell’era della foto digitale” La montagna e la fotografia sono legate indissolubilmente fin dalla nascita di quest’ultima. Fin dalle prime immagini di fine ‘800, spesso popolate… Continua a leggere

Incontinente

di Giorgio Madinelli … Un banale inciampo, forse una radice, gli fece perdere l’equilibrio: dovette battere a terra la mano che teneva il Sistema di Posizionamento Globale, il quale gli sfuggì, rotolò qualche… Continua a leggere

Cerro Fortaleza

Alla fine del 1989, un piccolo gruppo di alpinisti bellunesi guidati da Bruno De Donà è alle prese con il Cerro Fortaleza, una imponente montagna nel gruppo delle Torri del Paine. Per più… Continua a leggere

2012 in review

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per Alpine Sketches. Ecco un estratto: 4,329 films were submitted to the 2012 Cannes Film Festival. This blog had 48.000 views… Continua a leggere

Auguri!

“That cornice looks a bit dodgy, Rudolph”. (BMC) Alpine Sketches vi augura buon Natale e un felice 2013!

The Nose: tra sogno e leggenda

di Luca Biagini Quasi due secoli sono passati dalla prima comparsa dell’uomo bianco in questa valle celebre in tutto il mondo – prima il luogo era frequentato solo dalla tribù degli Ahwahnee, ma… Continua a leggere

Permalink

Originally posted on Alpine Sketches:
di Lorenzo Frusteri Il ragazzo chiuse finalmente gli occhi, abbandonandosi alla stanchezza ed alla curiosa angoscia che dormire in quel posto così strano gli dava. Nell’enorme atrio dell’aeroporto…

Permalink

Originally posted on Alpine Sketches:
di Luca Signorelli Nel 2004, il Club Alpino Italiano ha sancito la versione ‘ufficiale’ della prima salita del K2, riconoscendo un ruolo cruciale a Walter Bonatti, per aver…

Arrampicare nella Città del VatiCAIano

Claudio M. Cremona Arrampicare nella Città del VatiCAIano Dove le vie del Signore sono infinite, dove è vietato calpestare i preti e dove lo Spirito è forte ma la carne è meglio quella… Continua a leggere

Taliban on Cerro Torre

by Stefano Lovison We already wrote on Alpine Sketches: around the Cerro Torre the ethics of mountaineering is undergoing a transformation into a religion, with its own priests, warriors and, first of all,… Continua a leggere

Permalink

Originally posted on Alpine Sketches:
di Stefano Lovison L’etica alpinistica può trasformarsi in una religione con i suoi sacerdoti? La toponomastica alpina – con i suoi nomi che per decenni hanno evocato sogni,…